Progetti

L'Associazione "Faro", in aggiunta alle sue normali attività, ispirandosi ai principi più alti ed agli scopi che ne caratterizzano lo statuto, partecipa a progetti di ampia portata, anche a livello nazionale, collaborando in sinergia con riconosciute ed autorevoli entità che perseguono obiettivi similari.

In altre occasioni è lei stessa ad elevarsi al rango di ideatrice e promotrice di iniziative rilevanti e di grande respiro!

PROGETTO

"La Creatività per promuovere l’innovazione in Azienda"

Il progetto, idato e condotto dall'Associazione "Faro", è rivolto a tutti gli studenti delle Scuole Superiori della provincia dell'Aquila, interessati ad essere coinvolti in seminari e workshop potenzialmente, in virtù dei contenuti, inseribili all'interno delle attività previste dai programmi di "Alternanza Scuola - Lavoro", che costituiscono una delle più importanti novità dell'ultima riforma scolastica

Di seguito, la descrizione dettagliata di quanto previsto dal progetto.

“La Creatività pratica: strumento per promuovere l’innovazione”

Organizzazione di un seminario di 3 ore presso l’Auditorium della Scuola rivolto a tutti gli studenti del triennio.

Si fa presente che tale seminario è stato a suo tempo proposto con successo ad una platea di circa 100 studenti del corso di Laurea in Ingegneria Meccanica presso l’Università dell’Aquila.

Il seminario e’ un percorso di base che vuole favorire il potenziamento delle capacità di pensiero creativo e mira a trasferire tecniche da applicare nei più svariati contesti.

Per fare questo si propone un’esperienza in cui:

    • si parte dalla riscoperta del potenziale creativo individuale e dall’analisi dei blocchi che possono impedirne la piena espressione
    • si recupera l’equilibrio tra razionalità e immaginazione, oltre i miti e i preconcetti sulla creatività
    • ci si allena con numerosi esercizi di flessibilità mentale per uscire dagli schemi e moltiplicare le prospettive di osservazione
    • si sperimenta, con esercizi e giochi, il piacere della “creatività pratica” e che il pensiero creativo appartiene a ciascuna persona e può essere stimolato e canalizzato verso obiettivi precisi, nella vita e nel lavoro
    • si mettono in pratica tecniche di “pensiero laterale

METODOLOGIA: e’ attiva e partecipativa, basata sulla diretta sperimentazione e rielaborazione da parte del partecipante di esercitazioni appositamente immaginate e strutturate per il percorso. La riorganizzazione razionale dei contenuti e la rielaborazione delle esperienze supporta l’apprendimento cognitivo.

Tale attività consentirebbe agli studenti partecipanti di “maturare4 ore per il progetto “Alternanza”.

“Strategie e strumenti per portare la creatività in Azienda”

Organizzazione di un seminario di 2 ore presso l’Auditorium della Scuola rivolto a tutti gli studenti del triennio.

L’evento rappresenterebbe l’occasione per esaminare alcuni casi reali di Aziende che hanno favorito e sostenuto un atteggiamento di tipo creativo tra i propri dipendenti, ricavandone così documentati e significativi benefici a livello economico, ed implementato, coerentemente a loro programmi in ambito di qualità,programmi di “ Raccolta Suggerimenti”.

Si fa presente che tale seminario è stato a suo tempo condotto all’interno di un Workshop denominato “Progettare per la competitività con la creatività”, proposto in un “Master Internazionale di innovazione e gestione d’Azienda” organizzato dell’Associazione Nazionale Disegno d Macchine.

Tale attività consentirebbe agli studenti partecipanti di “maturare” 2 ore per il progetto “Alternanza”.

“Laboratorio: Innovazione di prodotto”

Organizzazione di un laboratorio, della durata di 30 ore, suddiviso in 15 incontri della durata di 2 ore ciascuno, da rivolgersi ad un gruppo di studenti selezionati ed interessati dell’ultimo anno.

Le attività proposte durante il laboratorio, una volta scelto un determinato prodotto su cui focalizzare gli sforzi “creativi” per promuoverne l’innovazione, consentirebbero agli studenti di applicare tecniche e metodiche di pensiero “laterale” per comunicare e lavorare efficacemente in gruppo, generare idee e selezionale le migliori, e di sperimentare ed approfondire problematiche che, attraversando il percorso che va dalla “ scintilla ideativa” alla fase di “ingegnerizzazione”, riguardano la conoscenza di caratteristiche costruttive del prodotto, della storia del suo sviluppo, del segmento di mercato dove trova commercializzazione, di aspetti legislativi (ad es. di sicurezza) che ne limitano realizzazione ed uso.

Si fa presente che tale laboratorio è stato a suo tempo proposto all’interno delle attività programmate in un Master di II livello rivolto a laureati in Ingegneria ed Architettura.

Tale attività consentirebbe agli studenti partecipanti di “maturare” 40 ore per il progetto “Alternanza” (alle 30 del laboratorio se ne aggiungerebbero altre 10 per lavori di studio e ricerche che i partecipanti sarebbero chiamati a svolgere “a casa”.

L'Associazione "Faro" svolge un ruolo propositivo ed attivo all'interno delle attività condotte dall'Associazione Culturale "Formore Istruzione" che opera a livello nazionale: il Presidente del "Faro" è infatti anche socio dell'Associazione "Formore Istruzione" ed è stato dalla stessa delegato a rappresentarne i progetti per quel che riguarda la regione Abruzzo.

PROGETTO OrientaMenti Itineranti

Associazione Culturale Formore Istruzione

Presentazione del Progetto

Il Progetto OrientaMenti Itineranti ha come obiettivo principale quello di rendere più competitivi, in termini di competenze e risultati scolastici e universitari, gli studenti delle scuole che vi aderiscono, permettendo loro una scelta più ampia e serena del percorso formativo post diploma.

Da uno studio ministeriale (La dispersione scolastica, indicatori di base, MIUR 2008) è emerso che in un confronto internazionale per quanto riguarda la dispersione scolastica l’Italia registra dati più alti della media europea, e che all’interno di un quadro nazionale l’Abruzzo registra un significativo tasso di abbandoni e dispersione scolastica.

L’urgenza di offrire ai nostri studenti strumenti di apprendimento innovativi è stata dunque la leva fondamentale che ha spinto l’Associazione Culturale Formore Istruzione a creare il Progetto OrientaMenti Itineranti per offrire agli studenti degli ultimi due anni delle Scuole Superiori attività di orientamento allo studio e di riallineamento delle competenze, finalizzate al miglioramento della preparazione per l’ingresso all’Università e nel mondo del lavoro.

Il Progetto è già attivo in diverse regioni italiane come Sardegna, Campania, Puglia, Calabria, Lazio e vorrebbe esserlo anche in Abruzzo grazie alla collaborazione attiva di numerosi esperti nel campo della formazione e dell’orientamento universitario.

Destinatari

Il Progetto è rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte delle Scuole Superiori, come attività di orientamento in uscita.

Attività proposte

Il Progetto consiste in una serie di tre incontri, da svolgersi presso la sede dell’Istituto che aderisce al Progetto stesso.

Durante gli incontri saranno presentati agli studenti diversi Corsi di Laurea e, nello specifico, quelli con il più alto tasso di occupazione.

L’attenzione sarà focalizzata su quei Corsi di Laurea che permettono uno sbocco professionale praticamente immediato, ma che sono a numero chiuso e che pertanto bloccano l’accesso indiscriminato attraverso l’ostacolo del test di ammissione (Medicina, Odontoiatria, Professioni Sanitarie, etc.).

Ampio spazio sarà dedicato anche all’e-learning e ai metodi di studio di ultima generazione, capaci di integrare la didattica tradizionale con l’uso della tecnologia in un’ottica di autoapprendimento e di condivisione delle informazioni.

Obiettivi

Gli obiettivi del Progetto OrientaMenti Itineranti sono molteplici:

-creare una rete di informazioni e relazioni continua tra docenti e studenti e tra studenti e studenti;

-dimostrare il valore di una sana ambizione e competitività;

-sviluppare attività di collaborazione e istruzione tra pari (peer education);

-guidare gli studenti nell’elaborazione di corrette valutazioni delle proprie competenze e delle aspirazioni personali (autovalutazione);

-dare agli studenti gli strumenti per decidere con serenità il proprio futuro e valutare con accuratezza le proprie scelte;

-infine, permettere loro l’accesso alle Università, aiutandoli lungo il percorso che comincia subito dopo il diploma e conduce fino al Corso di Laurea prescelto.

Tempi e modalità di svolgimento

La calendarizzazione degli incontri sarà concordata tra l’Istituto e l’Associazione Formore Istruzione.

Ogni incontro avrà la durata di 2,5 ore.

Durante il primo incontro gli studenti potranno prendere coscienza dei percorsi universitari presenti nel territorio e degli ostacoli all’accesso ai Corsi di Laurea. Interverranno autorità universitarie e professionali (docenti, ricercatori, studenti universitari, imprenditori locali e regionali, etc.) che come primo obiettivo avranno quello di stimolare e indirizzare le aspirazioni degli studenti.

Durante il secondo incontro gli studenti affronteranno prove di valutazione ed autovalutazione sulle competenze necessarie al superamento dei test di ingresso universitari. I test permetteranno agli studenti di valutare correttamente il livello delle competenze acquisite negli anni scolastici e percepire il grado di competitività in base alla media nazionale dei punteggi dei test svolti in aula e online nelle regioni in cui il Progetto è attivo.

Durante il terzo incontro gli allievi potranno partecipare a simulazioni dei test universitari di accesso ai Corsi di Laurea di loro interesse, confrontandosi con migliaia di studenti italiani e valutando con estrema precisione i miglioramenti conseguiti rispetto alle prove effettuate negli incontri precedenti.

Costi

Il Progetto OrientaMenti Itineranti è completamente gratuito per gli Istituti Superiori che vi aderiscono.

Sarà cura dell’Associazione Culturale Formore Istruzione organizzare e gestire il Progetto, individuare le figure professionali più idonee alla conduzione degli incontri e sostenere ogni spesa eventuale.

Vantaggi

Gli Istituti che aderiranno al Progetto entro il 31 Ottobre 2016 potranno già da subito fornire gratuitamente ai propri studenti materiali didattici digitali utilizzati ormai da più di ventimila studenti italiani e utili alla preparazione e al superamento delle prove di accesso universitarie.

Inoltre, tra gli studenti partecipanti, coloro che nella simulazione prevista durante il terzo incontro avranno ottenuto un aumento significativo del proprio punteggio personale potranno partecipare ad un concorso nazionale promosso da Formore Istruzione per l’assegnazione di voucher per l’acquisto di libri scolastici e universitari. Saranno proclamate vincitrici le 10 scuole con il maggior numero di studenti premiati in rapporto al numero di studenti partecipanti al Progetto .